Sicilia: PO FEAMP 2014/2020 MISURA 5.69. CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINO AL 50% PER LA TRASFORMAZIONE DEI PRODOTTI DELLA PESCA E DELL’ACQUACOLTURA.

Il bando, finanziato con un budget complessivo di 8 milioni di euro nell’ambito della programmazione relativa al Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca FEAMP 2014-2020, sostiene interventi che:

contribuiscono a risparmiare energia o a ridurre l’impatto sull’ambiente, incluso il trattamento dei rifiuti;
migliorano la sicurezza, l’igiene, la salute e le condizioni di lavoro;
sostengono la trasformazione della catture di pesce commerciale che non possono essere destinate al consumo umano;
si riferiscono alla trasformazione dei sottoprodotti risultanti dalle attività di trasformazione principali;
si riferiscono alla trasformazione di prodotti dell’acquacoltura biologica;
portano a prodotti nuovi o migliorati, a processi nuovi o migliorati o a sistemi di gestione e di organizzazione nuovi o migliorati.
SOGGETTI BENEFICIARI

Mia Immagine

   

Possono presentare proposte progettuali le micro, piccole e medie imprese con sede legale nell’Ue e sede operativa in Sicilia che abbiano come attività prevalente:

“Lavorazione e conservazione di pesce, crostacei e molluschi mediante surgelamento, salatura eccetera”,
“Pesca in acque marine e lagunari e servizi connessi”.
TIPOLOGIA DI SPESE AMMISSIBILI

Le spese ritenute ammissibili riguardano interventi per la lavorazione, trasformazione, conservazione dei prodotti ittici che siano inerenti e funzionali all’investimento proposto come da domanda di finanziamento. Tali spese sono pertinenti a:

1. acquisto di beni materiali nuovi: quali impianti, macchinari, attrezzature e quanto altro imputabile al processo di lavorazione e trasformazione;
2. acquisto di edifici: la spesa ammissibile non può superare il 10% della spesa globale dell’investimento medesimo al netto delle spese generali e al netto delle spese dello stesso. L’edificio non deve essere stato oggetto di un finanziamento pubblico Comunitario e/o Nazionale nel corso dei dieci anni precedenti. Inoltre, deve essere provata l’assenza di vincoli di parentela fra il venditore ed acquirente entro il limite del 4° grado ed affini fino al 2° grado. In caso di richieste di finanziamento da parte di Società di persone e/o di capitali, di cooperative, ecc., delle stesse non potranno far parte, né come soci, né come amministratori le persone che, nei due anni precedenti alla data di pubblicazione del presente bando a qualunque titolo avessero avuto la disponibilità dell’immobile per cui la richiesta viene formulata. Tale condizione deve essere dimostrata e dichiarata dai soci o dal consiglio di amministrazione e dal legale rappresentante della società;
3. realizzazione di nuovi edifici: la spesa massima ammissibile non può essere superiore al 30% dell’investimento complessivo al netto delle spese generali, al netto delle spese dello stesso e dell’impiantistica. Deve essere strettamente connesso all’investimento proposto;
4. riattamento di immobili esistenti: la spesa massima ammissibile non può essere superiore al 30% dell’investimento complessivo al netto delle spese generali e al netto delle spese dello stesso e dell’impiantistica. Deve essere strettamente connesso all’investimento proposto;
5. acquisto di terreno: è ammissibile nel caso di realizzazione di nuove edificazioni strettamente connesse all’attività di trasformazione. La spesa ammissibile non può superare il 10% della spesa globale dell’investimento medesimo al netto delle spese generali e al netto delle spese dello stesso. Altre condizioni sono che il terreno non ha fruito, nel corso dei dieci anni precedenti, di un finanziamento pubblico Comunitario e Nazionale e deve essere provata l’assenza di vincoli di parentela fra il venditore ed acquirente entro il limite del 4° grado ed affini fino al 2° grado. In caso di richieste di finanziamento da parte di Società di persone e/o di capitali, di cooperative, ecc., delle stesse non potranno far parte, né come soci, né come amministratori le persone che, nei due anni precedenti alla data di pubblicazione del presente bando a qualunque titolo avessero avuto la disponibilità dell’immobile per cui la richiesta viene formulata. Tale condizione deve essere dimostrata e dichiarata dai soci o dal consiglio di amministrazione e dal legale rappresentante della società;
6. imposta sul valore aggiunto (IVA): è una spesa ammissibile se realmente e definitivamente sostenuta dal beneficiario solo se questa non sia recuperabile, nel rispetto della normativa nazionale di riferimento.
7. spese per la fornitura e la posa in opera di cassoni coibentati: sono ammesse le spese strettamente inerenti l’acquisto dei sistemi di refrigeramento delle celle frigorifere per i prodotti ittici per i quali non si può interrompere la catena del freddo, esclusa la motrice (autoveicolo o autocarro) e gli interventi di manutenzione ordinaria. Il mezzo utilizzato per l’intervento di fornitura non deve essere immatricolato anteriormente al 2013.
8. investimenti per l’introduzione e/o ammodernamento di impianti ad energia rinnovabile: tali investimenti devono essere realizzati in coerenza con la normativa regionale di settore e sono ammissibili solo se la produzione di energia risulti di potenza non superiore al fabbisogno medio aziendale annuo;
9. spese generali: le spese sono ammissibili, nel limite massimo del 12% del totale delle spese per l’investimento ammissibile a finanziamento, se sono collegate all’operazione finanziata e necessarie per la sua preparazione e esecuzione. Tali tipologie di spese fanno riferimento a:
? tenuta del C/C appositamente aperto e dedicato all’operazione;
? garanzia fidejussoria;
? eventuali spese per consulenze legali;
? parcelle notarili;
? informazione e pubblicità obbligatoria sull’intervento finanziato dal PO FEAMP 2014-2020;
? gli onorari di professionisti e/o consulenti incaricati di redigere un progetto completo di tutti gli elaborati, iscritti nei rispettivi albi e/o collegi professionali di riferimento, per le spese tecniche inerenti alla realizzazione dell’intervento (progettazione di opere ed impianti, direzione lavori, coordinamento per la sicurezza in fase di progettazione, esecuzione e collaudo).
ENTITÀ E FORMA DELL’AGEVOLAZIONE

Il contributo ammonta al 50% della spesa ammissibile.

SCADENZA

ore 12:00 del 15 gennaio 2018

 

Mia Immagine