Bonus investimenti Sud 2018: credito d’imposta beni strumentali.

Credito d’imposta beni strumentali nuovi 2018, è un’agevolazione prevista dalla precedente Legge di Stabilità per gli anni 2016, 2017, 2018 e 2019 a favore dei soggetti con reddito di impresa che acquistano beni strumentali nuovi da destinare a strutture produttive ubicate nelle regioni Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Molise, Sardegna e Abruzzo.

Il bonus investimenti Sud 2018 prevede un credito d’imposta, pari a:

Mia Immagine

   

45% per le piccole imprese,

35% per le medie imprese

25% per le imprese più grandi.

Vediamo quindi il bonus investimenti Sud 2018 cos’è e come funziona il credito d’imposta beni strumentali nuovi, a chi e quanto spetta e come fare a fruire del bonus investimenti Sud per le regioni del Mezzogiorno.

Bonus investimenti Sud: cos’è?
Che cos’è il bonus investimenti Sud? Il bonus investimenti Sud, è un’agevolazione fiscale che prevede un credito di imposta per le imprese che investono in beni strumentali. Tale beneficio fiscale, è stato introdotto per la prima volta dall’articolo 18 del decreto legge 24 giugno 2014, n. 91, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014, n. 116, e prevedeva, per i soggetti titolari di impresa, la possibilità di beneficiare di un credito di imposta per gli investimenti beni strumentali, di importo unitario almeno pari a euro 10.000, nella misura del 15% delle spese sostenute in eccedenza rispetto alla media degli investimenti in beni strumentali elencati nella divisione 28 della Tabella Ateco 2007 e realizzati nei 5 periodi di imposta precedenti, e con la possibilità di escludere dal calcolo della media, il periodo in cui l’investimento è stato maggiore.

L’agevolazione era compatibile con altri benefici come i voucher digitalizzazione da 10.000 euro ed il superammortamento-

Con la Legge di Stabilità 2016, invece, il Legislatore, ha riservato l’agevolazione solo alle imprese che acquistano nuovi beni strumentali da destinare a strutture produttive ubicate esclusivamente nelle regioni Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Molise, Sardegna e Abruzzo, con cil cd. Bonus investimenti Sud.

Inoltre, il decreto legge 29 dicembre 2016, n. 243, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2017, n. 18, ha anche modificato la normativa del credito d’imposta, nel seguente modo:

estendendo l’agevolazione a tutta la regione Sardegna;
aumentando le aliquote del credito d’imposta: dal 10% al 25% per le grandi aziende, dal 15% al 35% per le medie e dal 20% al 45% per le piccole imprese;
aumentando il costo massimo agevolabile per ciascun progetto di investimento;
dando la possibilità di beneficiare del credito d’imposta con altri aiuti di Stato e con gli aiuti de minimis, nei limiti dell’intensità o dell’importo di aiuti più elevati consentiti dalla normativa europea.

Chi sono i beneficiari del bonus investimenti Sud 2018, requisiti:

Il bonus investimenti Sud 2018 spetta a:

 

Mia Immagine