Sardegna: Contributo a fondo perduto fino al 70% per la realizzazione di impianti per il trattamento di sottoprodotti di origine animale.

La misura ha come obiettivo il sostegno alle PMI per la realizzazione di strutture e l’acquisizione di impianti per il trattamento dei sottoprodotti di origine animale (SOA), al fine di garantire un regolare e corretto trattamento degli stessi e, nel contempo, consentire alle aziende del settore di poter continuare ad operare sul mercato.

 

Mia Immagine

   

Soggetti beneficiari
Beneficiari della misura sono le microimprese, piccole e medie imprese (PMI) e in particolare:
a) PMI attive nella produzione agricola primaria;
b) PMI attive nella trasformazione di prodotti agricoli e nella commercializzazione di prodotti agricoli;
c) PMI attive nel trattamento e nello smaltimento dei rifiuti.

Tipologia di spesa ammissibile
– acquisto di: nuovi macchinari e impianti per la macinazione primaria e secondaria dei SOA per garantire la granulometria di pretrattamento; pastorizzatori, autoclavi di dimensioni adeguate alla capacità produttiva; pompe e coclee per movimentare il prodotto macinato o sterilizzato; impianti termici ed elettrici necessari ad assicurare il controllo ed il rispetto delle normativa vigente in materia; serbatoi, vasche a tenuta stagna e altre attrezzature necessarie allo stoccaggio del prodotto trattato prima del conferimento finale o suo utilizzo alternativo in ambito aziendale;
– costruzione di nuovi fabbricati o ristrutturazione e adeguamento di fabbricati esistenti per il solo alloggiamento dei macchinari, attrezzature, impianti tecnologici;
– quanto alle spese generali sono comprese la progettazione e la direzione lavori; spese per la tenuta di conto corrente (purché si tratti di c/c appositamente aperto e dedicato all’operazione); sono altresì ammissibili le spese sia per garanzie fideiussorie, che per garanzie finalizzate all’accesso al credito necessario per la realizzazione degli investimenti approvati. In tutti i casi, le spese generali saranno riconosciute fino alla concorrenza del 10% del costo totale degli investimenti realizzati; nel caso di progetti che prevedano la sola fornitura di attrezzature e macchinari le spese generali saranno riconosciute fino alla concorrenza del 5%.

Entità e forma dell’agevoazione
La dotazione finanziari destinata al presente intervento ammonta complessivamente a euro 3.000.000,00.

Le PMI beneficiarie del presente intervento accedono a una sovvenzione in conto capitale con intensità di aiuto sull’importo dei costi ammissibili differenziata a seconda dell’attività svolta, come di seguito dettagliato.
a) PMI attive nella produzione agricola primaria, 70% dell’importo dei costi ammissibili.
b) PMI attive nella trasformazione di prodotti agricoli e nella commercializzazione di prodotti agricoli, 70% dell’importo dei costi ammissibili.
c) PMI attive nel trattamento e nello smaltimento dei rifiuti, conformemente alla disciplina vigente in materia, 40% dell’importo dei costi ammissibili.
d) Comuni, in forma singola o associata, le Unioni di Comuni e le Società partecipate del Comune o dell’Unione dei Comuni proprietari di strutture e/o impianti che opportunamente completati consentano il trattamento dei SOA, 70% dell’importo dei costi ammissibili.

Scadenza
Le domande potranno essere presentate a partire da 6 aprile 2018 fino al 15 maggio 2018.

 

Mia Immagine